Architectural
Research
Workshop

Italia - Francia - Europa

Un’idea di città in Cina Jinshan Marina

Luogo:
Jinshan District, Shanghai, Cina

Committente:
Distretto di Jinshan, Shanghai Urban Planning and Design Institute

Completamento:
In corso

Area totale di intervento:
556.805 mq

Superficie costruita:
1.634.520 mq

Programma funzionale:
Masterplan a larga scala con destinazioni commerciali, residenziali, terziarie, culturali, ricreative, nodi di interscambio e spazi verdi

Il progetto riguarda la definizione di un area costiera di circa 7 chilometri in prossimità dell’abitato di Jinshan. Città a sud di Shangai, essa è cresciuta con un tipico modello di lottizzazione quantitativa ed è attraversata da infrastrutture sconnesse dall’abitato, nel caso specifico da una stazione che diviene il riferimento per la riformulazione dell’intero comparto.
Questa fase centrale del progetto, che tratta della stazione e della zona business sul lungomare, segue gli stessi principi del masterplan in cui si inserisce.

Lo scopo principale dell’intervento è quello di creare uno standard di vita elevato, il che significa abitare una città dove le persone si sentono bene e protette, una città a misura d’uomo. Ciò accade nel vecchio centro caratterizzato da aree verdi, acqua e comfort dato dall’impiego di materiali naturali e da spazi a misura d’uomo. un elevato standard di vita medio si ottiene anche mediante la cosiddetta mixitè urbana. Contro la segregazione funzionale dei modelli modernisti, si sono proposti luoghi in cui le diverse funzioni coesistano nello stesso complesso di edifici (commerciale, residenziale, uffici, tempo libero ecc.), utilizzando e mescolando diverse tipologie (a corte, a torre, a blocchi) e integrando e separando ove necessario gli spazi pubblici.

La proposta sviluppata articola una successione di spazi pubblici che a partire dalla stazione pone in sequenza grandi isolati: la piazza della stazione diviene il primo luogo centrale e in successione gli isolati si articolano come elementi formalmente e funzionalmente complessi, orientati a conferire un carattere urbano all’insieme. Una grande piazza d’acqua diviene la marina e connette l’arrivo delle navi da crociera con la stazione.



Extra notes

Progettazione architettonica:
Arch.Camillo Botticini, Arch. Matteo Facchinelli (Botticini + Facchinelli ARW S.r.l. S.t.p.) con Consorzio GALA China (capogruppo)

Gruppo di progetto:
Arch. Domenico D’Amato, Arch. Alessandro Galperti, Arch. Anna Vittoria Zuliani, Arch. Jacopo Alessandro Tassoni

Consulenti infrastrutture e viabilità:
Systematica S.r.l. (partner Consorzio GALA China)

Consulenti progettazione paesaggistica:
Pan Associati S.r.l. (partner consorzio GALA China)

Render di:
morenomarrazzo.com